News

mercoledì 2 ottobre 2019  02:51 

Sciapichetti: “Riguardano il primo dei cinque stralci di interventi che arriveranno a Villa Potenza di Macerata”

Inizieranno nel mese di novembre i lavori di riduzione del rischio idraulico, lungo il fiume Potenza, nel tratto tra la foce e Molino Gatti. Sono interessati cinque chilometri di alveo, nei territori dei comuni di Porto Recanati, Recanati e Potenza Picena (MC). L’intervento riguarderà il rafforzamento degli argini (a salvaguardia dell’abitato a sud della foce), il consolidamento della sponda sinistra (a nord) nel tratto dal ponte della Statale alla foce, il ripristino e il consolidamento del braccio di foce a mare, la manutenzione dell’asta principale, il ripristino dell’area demaniale occupata dai frontisti. Lo comunica l’assessore regionale alla Difesa del suolo, Angelo Sciapichetti. “I lavori interessano un primo tratto del Potenza che necessità di urgenti interventi manutenzione straordinaria. Il progetto complessivo prevede un investimento di oltre 10 milioni di euro che coinvolgerà altri quattro stralci, fino a Villa Potenza di Macerata, secondo un cronoprogramma che sta rispettando i tempi previsti”. I lavori sono stati finanziati con le risorse del Por Fesr 2014-2020 destinate alla salvaguardia idraulica delle zone costiere. L’appalto, sulla base di 1,3 milioni disponibili per il primo tratto, è stato aggiudicato al Consorzio Stabile Argo Scarl, con sede a Napoli e un ribasso di circa il 30 per cento.