giovedì 2 maggio 2019  14:11 

Con l’art. 4 della Legge Regionale n° 8 del 18 aprile 2019 “Disposizioni di semplificazione e aggiornamento della normativa regionale” sono state apportate modifiche alla Legge Regionale n° 15 del 12 marzo 1990 “Norme in materia di circolazione dei trasporti e dei veicoli eccezionali per l'esercizio delle funzioni attribuite alla Regione dall'articolo 1 della Legge 10 febbraio 1982, n. 38 delega alle province”.

In conseguenza di tali modifiche, le Province risultano delegate allo svolgimento delle funzioni amministrative concernenti il rilascio delle autorizzazioni per la circolazione sulle strade regionali, provinciali e comunali dei trasporti e dei veicoli eccezionali, nonché delle macchine operatrici, per i quali devono preventivamente richiedere il parere di tutti gli enti proprietari o gestori delle strade e delle aree pubbliche interessate dal percorso.

La modifica indicata è entrata in vigore il 19 aprile 2019.

Pertanto, mentre le disposizioni dell’art. 4 commi 1 e 2 della L.R. n° 8/2019 non si applicano ai procedimenti autorizzativi già avviati presso la struttura regionale competente e non ancora conclusi alla data di entrata in vigore, questo Ente non potrà dare esito alle richieste di autorizzazione pervenute dopo tale data.